COMUNE DI BRISSAGO
.. ..
.. lingua italiana Deutsche Sprache Version française English version ..
Ambiente
..
..
..

CENTRO AI POSS


PER LA RACCOLTA SEPARATA DEI RIFIUTI

 

 

     1° aprile - 30 settembre      martedì e giovedì  16.00 - 18.30

                                             sabato                 10.00 - 12.00

 

 

     1° ottobre - 31 marzo         martedì e giovedì 15.30 - 17.00

                                             sabato                10.00 - 12.00

..
..
..
..
..
Raccolta e smaltimento dei rifiuti

Il calendario e le informazioni sul servizio di raccolta, sulle raccolte separate, sul riciclaggio dei rifiuti, sulle tasse del servizio di raccolta e smaltimento sono pubblicati all'inizio di ogni anno e trasmessi alla popolazione.

..
..
Controllo degli impianti di combustione

Il controllo degli impianti di combustione è retto dalla legislazione federale e cantonale. Tutti gli impianti a combustione ad uso domestico o industriale devono sottostare a controlli che vengono effettuati ogni due anni dal controllore ufficiale incaricato dal Comune.

 

Le tasse a carico del proprietario dell'impianto di combustione sono regolate mediante Ordinanza municipale.

..
..
Ambrosia

L'Ambrosia, proveniente dal Nordamerica, è una pianta annuale la cui crescita dipende fortemente dal terreno, dalla luce e dall'umidità, l'altezza varia da 30 cm a 1,5 m. Le sue foglie sono bipennate, ambo le pagine di colore verde con una nervatura biancastra. Il fusto, perlopiù rossastro è peloso, robusto e molto ramificato. Su terreni ricchi diventa grande e produce molto polline e parecchi semi. L'espansione di questa pianta comporta seri rischi per la salute. I sintomi osservati sono mucosi e prurito al naso, lacrimazione e gonfiore agli occhi e in casi gravi infiammazione delle mucose bronchiali e attacchi d'asma.

 

Come comportarsi?

Nel caso di presenza di 1 a ca. 20 piantine è sufficiente estirparle ed eliminarle tramite i rifiuti di casa (non eliminare le piante nel compostaggio). Controllare il sito durante l'anno successivo.

Con la presenza di oltre 20 piante, segnalare subito il luogo all'Autorità comunale e controllare durante gli anni successivi.

 

Per ulteriori infomazioni consultare i siti internet a margine.

..
..
Il cinipide del castagno
 
L’imenottero cinipide originario della Cina ha cominciato a diffondersi negli anni ’60, colonizzando dapprima il Giappone e la Corea, causando gravi danni alle coltivazioni di castagno da frutto. L’insetto è stato poi introdotto in Nord America, probabilmente attraverso il materiale vivaistico. La prima segnalazione della specie in Europa è stata fatta nel 2002, in un’area pedemontana a sud di Cuneo. Da allora si teme la rapida propagazione dell’infestazione ad altre Regioni castanicole dell’Italia ed europee con prevedibili danni sia agli impianti di produzione da frutto sia alle formazioni naturali di castagno. Il Cinipide è stato trovato in Svizzera nel 2009, nel sud del Ticino (Mendrisiotto e Luganese), dove attualmente è vietato trasportare del materiale, marze o piante di castagno, proveniente da un luogo contaminato.
 
Descrizione e ciclo
Dryocosmus kuriphilus presenta una sola generazione all’anno ed è caratterizzata dalla presenza di sole femmine che si riproducono per partenogenesi e sfarfallano tra metà giugno e fine luglio. Svernano nelle gemme allo stadio di larve.
 
Piante ospiti
Castagno europeo (Castanea sativa) selvatico o innestato, come pure le altre specie dello stesso genere (C. crenata, C. mollissima,C. dentata) e gli ibridi da esse ottenuti.
 
Danni
Dryocosmus kuriphilus è un insetto galligeno, capace cioé di indurre la formazione di ingrossamenti tondeggianti (galle) su germogli e foglie all’interno dei quali si compie il ciclo vitale delle larve. La formazione della galla può coinvolgere i germogli inglobando una parte delle giovani foglie e delle infiorescenze, determinando l’arresto dello sviluppo vegetativo dei getti colpiti e la riduzione della fruttificazione per la mancata produzione dei fiori femminili e degli amenti maschili. A volte le galle sono confinate sulle foglie lungo la nervatura centrale. Forti infestazioni riducono la vigoria delle piante che si presentano con la chioma molto diradata. L’entità del danno è legata al numero di galle per pianta.
 
Controllo
La lotta al Dryocosmus kuriphilus è attualmente ristretta e si limita alla distruzione delle galle presenti sui germogli. L’intervento deve avvenire in primavera, prima dello sfarfallamento degli adulti. In Italia la lotta è quasi esclusivamente di tipo biologico ed è affidata ad uno specifico parassitoide, l'imenottero Torymus sinensis Kamijo, originario della Cina. Il suo impiego ha permesso di limitare in modo apprezzabile i danni. Si informa che la lotta all'introduzione e alla diffusione del cinipide del castagno, in quanto organismo nocivo di particolare pericolo (Ordinanza Federale sulla protezione dei vegetali del 2001, stato del 1° gennaio 2009), è obbligatoria. La presenza di galle ed eventuali sospetti devono venir perentoriamente segnalata al servizio fitosanitario (091 814 35 85/86) oppure alla Sezione Forestale Cantonale (091 814 36 61).
..
..
FLAVESCENZA DORATA

Il Municipio invita tutta la popolazione a controllare la presenza dell flavesenza dorata sul nostro territorio.


Per maggiori informazioni vi preghiamo di consultare il sito internet:


www.ti.ch/fitosanitario

..
..
Neofite invasive dei nostri giardini
 
Qui di seguito è possibile scaricare l'opuscolo sulle neofite invasive dei nostri giardini
 
.. .. ..
..
.. .. ..
.. © brissago.ch – Realizzazione sito
Ultimo aggiornamento della pagina: 11.01.2017
Visualizzazione: RegolareStampa





Scarica il software Acrobat Reader per leggere i file PDF
..
.. .. ..
..